Sondrio , 27 ottobre 2019   |  

Sondrio un convegno per dire "No alle luodpatie"

" Mettiti in gioco - Punta su te stesso " si è svolto, sabato mattina 26 Ottobre, all' Auditorium Torelli di Sondrio per sensibilizzare studenti e cittadinanza sul tema delle ludopatie e del gioco d'azzardo patologico.

Convegno Mettiti in gioco Punta su te stesso2

Più di 200 studenti provenienti dalle scuole medie e superiori della provincia di Sondrio hanno preso parte questa mattina, 26 novembre 2019, al convegno promosso dall’Ufficio scolastico territoriale di Sondrio insieme all’Istituto comprensivo “Paesi Orobici”, all’Istituto “De Simoni – Quadrio”, Ats della Montagna e Asst Valtellina e Alto Lario, dal titolo “Mettiti in gioco – Punta su te stesso”. Scopo dell’iniziativa, che si inserisce nell’ambito delle numerose attività messe in campo per le scuole della provincia, è stato quello di contribuire a sensibilizzare ragazzi, docenti, famiglie e cittadinanza sul tema del gioco d’azzardo patologico e delle ludopatie attraverso gli interventi di autorevoli relatori che hanno offerto interessanti spunti di riflessioni su un fenomeno che purtroppo, anche in Valtellina e Valchiavenna, non fa sconti a nessuno.

Ad introdurre i ragazzi alla mattinata è stato il professor Giuseppe Epifani, referente Ust (Ufficio Scolastico Territoriale) per i progetti legati al contrasto delle ludopatie, seguito dai contributi degli esperti che hanno declinato il problema del gioco d’azzardo e delle sue molteplici implicazioni sotto diversi punti di vista a cominciare da quello sanitario attraverso l’analisi del dottor Massimo Tarantola, responsabile dell’Unità Operativa Complessa (Uoc) Territorio e dipendenze, che ha illustrato le attività dei servizi territoriali per la cura della dipendenza da gioco d'azzardo,  il referente territoriale della “Cooperativa Lotta contro l’Emarginazione”, Marco Duca, la psicologa Monica Zenucchi, ed infine ’avvocato ed esperto formatore Simone Bergamini, il Questore di Sondrio, Angelo Re ed il Comandante provinciale dei Carabinieri di Sondrio, Emanuele De Ciuceis

 

 

 

 

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Gennaio 1916 il conte Mario di Carpegna, guardia nobile del Papa, fonda l'Associazione scautistica cattolica italiana - Esploratori d'Italia (Asci), che successivamente, fondendosi con l'Associazione guide d'Italia, si trasformerà in Associazione guide e scouts cattolici italiani (Agesci)

Social

newFB newTwitter