Milano, 22 ottobre 2019   |  

Milano, corso Como controlli straordinari dei Carabinieri

Sabato notte 19 Ottobre, i Carabinieri della Compagnia Duomo e del Nucleo Radiomobile, coadiuvati da quelli della C.I.O. del 3° Reggimento Lombardia, hanno eseguito un servizio coordinato di controllo del territorio in corso Como e nelle aree limitrofe.

police 3394767 640

Sabato notte 19 Ottobre, nel corso del servizio in corso Como a Milano sono state controllate 27 persone e 10 veicoli.

I carabinieri della Compagnia Duomo hanno tratto in arresto un 41enne, in Italia senza fissa dimora e con precedenti di polizia ed un 20enne, entrambi marocchini, i quali poco prima, in via Toqueville, avevano avvicinato un 25enne inglese e, dopo averlo spinto contro un’autovettura parcheggiata, gli avevano sottratto  dalla tasca dei pantaloni il portafogli, tentando poi di dileguarsi ma venendo bloccati dagli operanti. In tale circostanza la vittima non ha richiesto cure mediche. I militari della medesima compagnia hanno inoltre sanzionato amministrativamente, per guida sotto l’influenza dell’alcool un 41 enne ed un 18enne italiani entrambi residenti a Milano.

Nel corso del medesimo servizio personale del Nucleo Radiomobile di Milano ha tratto in arresto un 35enne albanese, con precedenti di polizia, poiché rientrato nel territorio nazionale nonostante fosse destinatario di un provvedimento di espulsione emesso nel mese di luglio 2019, con divieto di reingresso prima del termine dei 5 anni e deferito in stato di libertà 3 persone: un 24enne ucraino per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente poiché trovato in possesso di 0,5 gr. di cocaina, 2,42 gr. di marijuana e 0,79 di hashish; un 22enne ed una 27enne italiani per guida sotto l’influenza dell’alcool in quanto fermati ala guida delle rispettive autovetture con un tasso alcolemico superiore a 0,8 G/L

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

15 Novembre 1869 l'armatore genovese Rubattino, d'accordo con il governo italiano, acquista la baia di Assab nel corno d'Africa. È il primo possedimento coloniale italiano.

Social

newFB newTwitter