Sondrio, 26 settembre 2020   |  

Fondo comuni confinanti a Sondrio 500 mila euro

Il Comitato paritetico del Fondo Comuni Confinanti, presieduto dall’on. Roger De Menech, ha approvato nella seduta del 25 settembre 2020 i programmi di intervento a valere sulle risorse annue da 500.000 euro destinate ai 48 comuni confinanti, applicando i nuovi criteri e le nuove modalità approvate con la delibera n. 3 del 14 maggio 2020, in attuazione delle nuove disposizioni introdotte dall’Intesa sottoscritta in data 11/006/2020.

DeMenech Bettotti Clauser

La volontà di garantire un utilizzo più efficace delle risorse attraverso una semplificazione delle procedure che, da un lato consenta ai Comuni di disporre della liquidità necessaria in tempi brevi e al Fondo di gestire le pratiche in maniera più snella, ha portato il Comitato all’adozione di un percorso più semplificato rispetto alla procedura a bando. In via sperimentale per l’anno in corso, i Comuni hanno quindi potuto presentare un’istanza di finanziamento riferita ad un “programma di interventi”, in numero massimo di 4, rientranti in 8 ambiti definiti, che ricalcano sostanzialmente quelli dei precedenti avvisi, seppur con una novità: alla luce dell’emergenza sanitaria che ha colpito duramente il tessuto sociale ed economico dei territori, il Comitato ha ritenuto opportuno introdurre un nuovo ambito specifico dedicato agli investimenti collegati alla gestione emergenziale da COVID-19.

Sono stati quindi proposti interventi di miglioramento della viabilità comunale, la realizzazione di parcheggi e strutture a servizio della comunità, la riqualificazione degli impianti sportivi, azioni volte a potenziare il settore turistico e interventi a sostegno della comunità per fronteggiare l’emergenza sanitaria. Il valore complessivo delle risorse destinate per l’attuazione dei programmi presentati ammonta a complessivi € 23.000.000,00 (di cui € 7.500.000,00 per i comuni della provincia di Belluno, € 500.000,00 per i comuni della provincia di Sondrio, € 4.000.000,00 per i comuni della provincia di Verona, € 5.500.000,00 per i comuni della provincia di Brescia, € 5.500.000,00 per i comuni della provincia di Vicenza). I Comuni di Bormio e Recoaro Terme hanno deciso di utilizzare le risorse a loro disposizione (1.000.000,00 complessivo) per incrementare progetti già in essere.

“E’ questo un anno sperimentale per quanto riguarda questa nuova modalità di gestione e trasferimento delle risorse” dice il presidente del fondo Roger De Menech “La volontà del Comitato di garantire un utilizzo efficace delle risorse passa anche dalla semplificazione delle procedure sia a livello istruttorio sia nella fase di realizzazione progettuale.” “Il dialogo ed il confronto con i comuni è fondamentale” continua De Menech “Non si può pensare di arrivare alla soluzione migliore senza comprendere il contesto di applicazione delle decisioni.”

Nella discussione è emersa ancora forte la volontà del comitato di potenziare le progettualità d’area vasta valorizzando le sinergie tra gli Enti che partecipano al tavolo e cercando di integrare le tante forme di finanziamento destinate ai territori. L’utilizzo efficace delle risorse impone un ragionamento ampio che tenga conto di tutte le opportunità che oggi ci sono.

Altro tema fondamentale è l’accelerazione e la semplificazione delle procedure. In questo senso il Comitato è impegnato nel cambiare le modalità istruttorie rendendo sempre più protagonisti, anche della parte amministrativa, i territori delle due regioni e delle cinque province.

“Per semplificare e aiutare ancor di più tutti i comuni – chiude De Menech – con le nuove modalità che abbiamo approvato, daremo subito il 30% di anticipo delle risorse oggetto dei progetti ad ogni singolo comune, in modo che possano progettare e realizzare gli interventi con maggior tranquillità”.

download pdf tabella annualità

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

 24 Gennaio 1997 viene istituita in Italia la Commissione Parlamentare per le Riforme Costituzionali (Bicamerale)

Social

newFB newTwitter