Sondrio, 14 dicembre 2019   |  
Economia   |  Cronaca

Zamagni alla BPS: occorrono i De Gasperi, non i politicanti

In sala Besta l'illustre docente di Economia ha intrattenuto il folto pubblico sul tema “Il senso dello sviluppo locale nella stagione della geo-politica”. In mattinata aveva incontrato gli studenti al Policampus.

IMG 20191213 WA0008

Da sinistra: Mario Alberto Pedranzini, Stefano Zamagni, Francesco Venosta

Continua la prestigiosa tradizione di incontri culturali della Banca Popolare di Sondrio. Venerdì 13 Dicembre, nel tardo pomeriggio, la sala conferenza Besta ha ospitato il professor Stefano Zamagni, ordinario di Economia Politica presso l'Alma Mater Studiorum dell' Università di Bologna e presidente dell'Accademia Pontificia di Scienze sociali di nomina di Papa Francesco.

Molteplici sono le onorificenze e i riconoscimenti ricevuti in oltre mezzo secolo di carriera accademica, tra cui il premio Giorgio La Pira per la pace, il primo premio internazionale Economia e società della Fondazoine Centesimus Annus e il premio europeo San Benedetto della Fondazione Subiacense.

Di fronte ad un folto pubblico Zamagni ha intrattenuto l'uditorio sul tema “Il senso dello sviluppo locale nella stagione della geo-politica”. Introdotto dal presidente della B.P.S., avvocato Francesco Venosta, alla presenza del consigliere delegato e direttore generale, dottor Mario Alberto Pedranzini, Zamagni ha esordito affermando che «il popolo italiano è sempre stato conosciuto nel mondo per la sua capacità di entrare in sintonia con il prossimo, per la sua com-passione nei confronti degli ultimi. Ora invece si stanno diffondendo disprezzo e derisione: quando questo si insinua anche nelle scuole, poi ci vuole tanto tempo per correggere atteggiamenti sbagliati.

Oggi come non mai servono i De Gasperi, non i politicanti. Occorrono nuove forze politiche e il mondo cattolico ha tutto il potenziale necessario per realizzare la trasformazione epocale evocata da Francesco.

La strategia della polverizzazione e della diaspora ha fatto dei cattolici come delle reclute di questo o quel gruppo. È giunta l’ora di creare al contrario massa critica, per essere finalmente incisivi.

Per raggiungere questo obiettivo è opportuno partire dalle molteplici iniziative che animano le realtà locali dove l'associazionismo e le sane esperienze di cooperazione, anche nel settore bancario, costituiscono le fondamenta per rilanciare i valori democratici insiti nella Carta Costituzionale.

Bisogna favorire la sussidiarietà circolare che ha come pilastri lo Stato (Regioni, Comuni, aziende locali, ecc.), il Terzo settore (associazioni di volontariato e di promozione sociale, imprese sociali ) e il mondo delle imprese (industrie, banche, ecc.).

Importanti sono le banche di comunità ( come la BPS) che agiscono nel locale per promuovere lo sviluppo economico del territorio ed è opportuno evitare troppe concentrazioni».

Nella mattinata il professor Stefano Zamgani, vero educatore socialae, in occasione della Giornata del Risparmio, ha incontro presso il Campus scolastico di Sondrio i giovani delle scuole superiori. (g.c.)

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Febbraio 1743 a Lucca nasce Ridolfo Luigi Boccherini (morirà a Madrid il 28 Maggio 1805), prolifico compositore, principalmente di musica da camera, considerato il maggior rappresentante della musica strumentale nei Paesi neolatini europei durante il periodo del Classicismo

Social

newFB newTwitter