Gerola Alta , 28 dicembre 2019   |  

Valgerola caccia al tesoro dedicata allo “spirito del Natale”

Gerola Alta e Valgerola, proseguono le vacanze invernali e le iniziative di carattere festivo nella destinazione turistica alpina valtellinese.

IMG 20191227 WA0001

A Gerola Alta il Natale è trascorso con la rappresentazione serale del presepe vivente a illuminare di significati religiosi e conviviali la ricorrenza della sacra Natività. Protagonisti sono stati i bambini con ali e costumi da angeli, a circondare la Sacra Famiglia, tra decine di volontari, figuranti in costume. Presepe vivente che viene celebrato ormai da 40 anni nel borgo storico e nella chiesa del paese.

Il giorno dopo si è avviata la Caccia al tesoro allo “Spirito del Natale”. Si tratta di un grande gioco di animazione in ambiente, a partecipazione gratuita che coinvolge turisti e residenti. Porta gruppi di “cacciatori” per le vie, invita a scoprire Gerola, la sua gente, gli angoli caratteristici.

«La Caccia al Tesoro – ha spiegato Sergio Curtoni, responsabile organizzativo e ideatore del gioco – si articola in tre prove. In avvio si va alla ricerca delle “Renne di Babbo Natale” formato cartoon. La seconda prova conduce i concorrenti tra i “Quiz” annidati nella nostra “Via dei Presepi”. In una piccola strada del centro storico del paese, ci sono ben 40 sacre rappresentazione della Natività. Risolti questi quiz, nella terza prova – ha proseguito – si dovranno mettere insieme tutti i materiali trovati, comporre il “puzzle” di un presepe, assemblare i pezzi, recuperare con altre ricerche gli “elementi mancanti” e allestire il “proprio” presepe. Il Gioco si tiene tutti i giorni, dal 26 Dicembre al 6 Gennaio, basta recarsi all’Infopoint turistico dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17, iscriversi, iniziare la caccia. Sviluppando le proprie intuizioni e condividendo i giorni di Natale con altri. Tutti possono partecipare, famiglie, gruppi, singoli, e si vincono premi». Il cartellone degli eventi è peraltro serrato. Lunedì 30 dicembre, al Palagerola, h 21 serata, «Rivive la Montagna».

Sarà proiettato il documentario “La favolosa storia del gipeto”, di Anne e Eric Lapied, ambientato sulle Alpi tra Italia, Francia e Svizzera. Presentato in novembre al Sondrio Festival si è aggiudicato il premio Regione Lombardia, per il «miglior documentario sugli aspetti naturalistici, culturali, paesaggistici ed economici delle aree protette dell’Unione europea».

Dopo la proiezione, l’amministrazione comunale di Gerola presenterà i progetti territoriali locali e comprensoriali, di interesse escursionistico, «Via del Bitto», «Sentiero del Bedolino» e «Rifugi Accessibili». La serata è organizzata da Ecomuseo e Centro documentazione Aree protette Comune di Sondrio. Per Capodanno, nella serata del 31 dicembre l’appuntamento è a Gerola, nella frazione di Castello, per il «Falò di Mezzanotte»

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

6 Giugno 1861  Camillo Benso Conte di Cavour muore a Torino

Social

newFB newTwitter