Sondrio, 13 giugno 2019   |  

Sondrio arriva la nuova stagione teatrale

Undici spettacoli con lo sguardo rivolto a giovani e musica

teatro

E' stata presentata ufficialmente la nuova stagione teatrale al Sociale di Sondrio 2019/2020.  «Il calendario, di alto livello, è frutto di un lavoro di confronto e riflessione – ha spiegato l'Assessore alla Cultura del Comune di Sondrio, Marcella Fratta -. Con il direttore artistico Fiorenzo Grassi abbiamo deciso di focalizzarci su una decina di spettacoli e di offrire ai cittadini una serie di storie, di uomini e di donne. Il racconto è parte della natura umana e il teatro si nutre di parole, gesti, spazi, silenzi. Molte opere scelte si nutrono della linfa dei secoli passati, ma ogni volta che li si rimette in scena i repertori classici diventano moderni . Speriamo di riuscire a far vivere agli spettatori momenti importanti, a farli emozionare in quello che è il luogo principe per incontrarsi , ascoltare, riflettere ma anche sentirsi parte attiva dell’incanto della rappresentazione». 

Ecco gli spettacoli del cartellone 2019/2020. Si parte con “Ho perso il filo” di Walter Fontana, regia di Cristina Pezzoli, con Angela Finocchiaro, Giacomo Buffoni, Fabio Labianca, Alessandro La Rosa, Antonio Lollo, Filippo Pieroni, Alessio Spirito, in scena martedì 29 Ottobre Lunedì 11 Novembre in programma “La scuola delle mogli” di Moliere, regia di Arturo Cirillo, con Arturo Cirillo, Valentina Picello, Rosario Giglio, Marta Pizzigallo, Giacomo Vigentini. Si prosegue con “Diario sentimentale di un giornalista”, messinscena musicale tratta dal libro “Italiani si rimane” di Beppe Severgnini, con Beppe Severgnini e Serena Del Fiore, in programma mercoledì 27 Novembre. Giovedì 12 Dicembre, poi, in scena “Arsenico e vecchi merletti” di Joseph Kesserling, regia di Geppy Gleijeses, con Anna Maria Guarneri e Giulia Lazzarini.

Il 2020 si apre, martedì 7 Gennaio, con lo spettacolo “Un borghese piccolo piccolo” tratto dall’omonimo romanzo di Vincenzo Cerami, adattamento e regia di Fabrizio Coniglio, con Massimo Dapporto, Susanna Marcomeni, Roberto D'Alessandro, Matteo Francomano, Federico Rubino. Mercoledì 22 Gennaio in scena “Destinatario sconosciuto” di Katherine Kressmann-Taylor, adattamento e regia di Rosario Tedesco, con Nicola Bortolotti e Rosario Tedesco.

Si prosegue con “Romeo & Giulietta - Nati sotto contraria stella” da William Shakespeare, drammaturgia e regia di Leo Muscato, con Ale e Franz, Eugenio Allegri, Teodosio Barresi, Marco Gobetti, Marco Zannoni; musicista: Roberto Zanisi. In programma martedì 4 Febbraio. Lunedì 24 Febbraio in programma “Don Chisciotte”, liberamente ispirato al romanzo di Miguel de Cervantes Saavedra, regia di Alessio Boni, Roberto Aldorasi, Marcello Prayer; con Alessio Boni, Serra Ylmaz Marcello Prayer, Francesco Meoni, Pietro Faiella, Liliana Massari e Elena Nico. E ancora: in scena martedì 17 Marzo “I fratelli Karamazov” di Fedor Dostoevskij, regia di Matteo Tarasco, con Paolo Lorimer, Pavel Zelinskiy, Glauco Mauri, Roberto Sturno, Laurence Mazzoni, Luca Terracciano, Giulia Galiani, Alice Giroldini.

La stagione teatrale si conclude lunedì marzo con lo spettacolo “Il maschio inutile”, musica e testi di Banda Osiris, Federico Taddia, Telmo Pievani. “Per quanto riguarda gli abbonamenti – spiega l'Assessore Fratta – si darà precedenza agli abbonati nel periodo estivo, e da settembre ci sarà la possibilità di acquistare abbonamenti nuovi e singoli biglietti. Previsto un lieve aumento del prezzo”.

L'Amministrazione comunale non si è scordata degli spettatori più giovani, e si renderà omaggio a Leonardo da Vinci, nel 500esimo anniversario della sua morte, con lo spettacolo “Leonardo che genio!”. Infine, fuori stagione il musical “Grease” a gennaio con la Compagnia della Rancia, e il Teatro Sociale aprirà anche alla grande musica pucciniana con la “Bohème”, diretta da Stefano Giaroli, e “Madama Butterfly”, diretta da Giovanni Mazza, oltre ad un appuntamento sinfonico in primavera.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Luglio 1992 a Palermo, a pochi mesi dalla strage di Capaci, viene ucciso dalla mafia il procuratore della Repubblica Paolo Borsellino

Social

newFB newTwitter