Chiavenna, 13 novembre 2017   |  

Recupero terreni incolti per una valle più sicura

Stanziati contributi per 50 mila euro dalla Comunità Montana

F 4875101

Piccoli frutti, erbe officinali, cereali, castagne e altre varietà arboree per recuperare i terreni del fondovalle e quelli in quota: un paesaggio più attrattivo, versanti protetti contro i dissesti, piccole produzioni di qualità per l’autoconsumo. Una trasformazione del territorio da molti auspicata che fatica a realizzarsi. La Comunità Montana della Valchiavenna per stimolare le persone e assecondarne la propensione verso la cura del territorio ha lanciato un bando per il recupero dei terreni incolti. Una novità per la valle, se si considerano gli ultimi anni, interamente finanziata con fondi propri dell’ente comprensoriale.

Chi vorrà mettere a coltura prati e terrazzamenti o sistemare muretti a secco potrà contare su contributi a fondo perso pari alla metà della spesa sostenuta.

Nello specifico, il bando per il recupero dei terreni incolti mette a disposizione di proprietari o conduttori di superfici agricole abbandonate, che siano persone fisiche o associazioni senza scopo di lucro, la somma di 50 mila euro per coltivarle a livello hobbistico.

Tra le colture ammesse a finanziamento verrà data priorità alle varietà locali e, più in generale, a quelle in grado di salvaguardare la biodiversità e la sostenibilità. Verranno finanziate le spese per il recupero e la piantumazione dei terreni incolti, per l’adeguamento dei muri di sostegno del terrazzamento coltivato, l’acquisto di materiale vegetale e per le cure colturali. Sono previsti contributi pari al 50 per cento della spesa ammissibile che non potrà essere inferiore a 500 euro e superiore a cinquemila. Per la realizzazione degli interventi gli interessati potranno avvalersi della consulenza della Fondazione Fojanini.

 

Le richieste di contributo possono essere presentate a partire da lunedì 13 novembre e fino al 18 dicembre prossimo.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Novembre 1963 omicidio del presidente degli Stati Uniti, John F. Kennedy. Il presunto assassino Lee Harvey Oswald viene ucciso a colpi di pistola da Jack Ruby, a Dallas, in diretta televisiva poche ore dopo l'arresto.

Social

newFB newTwitter