Sondrio , 16 aprile 2018   |  

Prefettura di Sondrio: vertice frana di Gallivaggio

Nel pomeriggio di lunedì 16 Aprile, si è svolta in Prefettura a Sondrio, incontro per monitorare la frana che ha colpito la Valchiavenna nel fine settimana

CroppedImage720439 prefetto sondrio Giuseppe Mario Scalia

Prefetto di Sondrio Giuseppe Maria Scalia

Lunedì  16 Aprile,  alle ore 15.00, alla presenza del Prefetto e dei vertici delle Forze dell’Ordine, del Presidente della Provincia di Sondrio, dei Sindaci dei Comuni di San Giacomo Filippo, Campodolcino, Madesimo, Ardenno e Civo, del Comandante dei Vigili del Fuoco, del Vicario Episcopale, dei rappresentanti di Regione Lombardia, della Comunità Montana della Valchiavenna, della Provincia, dell’Anas di Sondrio, dell’UTR della Montagna, del Centro Monitoraggio Geologico dell’Arpa, di TERNA S.p.A.., è stata esaminata la questione concernente il movimento franoso in frazione Gallivaggio e delle altre due frazioni di Civo e di Ardenno.

Il Prefetto ha ringraziato di cuore tutti per il notevole impegno che è stato e verrà posto in essere, riferendo dei contatti intercorsi con l’Assessore regionale Massimo Sertori che, nella mattinata odierna, ha effettuato un sopralluogo della zona interessata alla frana. Monitoraggio e controllo sono le iniziative perseguite e che saranno avviate nei prossimi giorni per una puntuale e costante conoscenza dello stato dei luoghi. Il Sindaco di San Giacomo Filippo ha illustrato quanto compiuto nell’immediatezza dell’evento, ringraziando tutti coloro che hanno fornito concretamente e fattivamente il proprio contributo.

Successivamente, i geologi hanno rimarcato la criticità del movimento franoso verificatosi nei giorni di sabato e domenica e, alla chiusura dei lavori di disgaggio, hanno constatato e riferito un lieve rallentamento del movimento franoso nelle prime ore di lunedì. Pur tuttavia, persistendo la criticità, si è convenuto di tenere chiusa la strada, prevedendo tre finestre di apertura, dalle ore 6.00 alle ore 8.00, dalle 12.00 alle 14.00 e dalle 18.00 alle 20.00, compatibilmente con le segnalazioni quotidiane del Centro Monitoraggio Arpa.

Le aperture saranno presidiate a turno, in particolare dalla Polizia locale nella fascia dalle ore 12.00 alle 14.00, e dalle Forze dell’ordine nelle restanti finestre, oltre che dal personale di Anas h24 e, saltuariamente, dai volontari della Protezione Civile. Dopo attenda disanima e dai dati forniti dai geologi interessati della problematica nonché dalla ditta già incaricata, si è convenuto di valutare la possibilità di intervenire con distacchi mirati della parte superiore del corpo franoso.

Gli aspetti sanitari sono stati confermati, con la presenza di autoambulanza e di elicottero. Se la situazione dovesse diventare critica, una equipe medica rianimatoria sarà collocata stabilmente a Campodolcino. Infine, sono state esaminate le frane verificatesi a Civo e ad Ardenno. I rispettivi Sindaci hanno adottato gli interventi del caso, con inizio dei lavori già dalla mattinata di domani martedì 17 Aprile.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Luglio 1992 a Palermo, a pochi mesi dalla strage di Capaci, viene ucciso dalla mafia il procuratore della Repubblica Paolo Borsellino

Social

newFB newTwitter