Sondrio, 12 febbraio 2019   |  

Nuova legge sull'idroelettrico il rilancio della montagna

Un provvedimento che rende protagonisti i territori con entrate fisse fondamentali per la programmazione degli investimenti

centra1

A Bolzano si è svolto, lunedì 11 Febbraio, il  secondo 'Tavolo dell'idroelettrico', organizzato da 'Assoidroelettrica', e incentrato sul tema della 'Competitività della filiera italiana dell'idroelettrico'.

Per le dighe e i grandi impianti idroelettrici, la nuova legge consegna, alla scadenza della concessione, dighe e impianti di grandi derivazione d'acqua alle Regioni e prevede una quota di energia gratis da destinare alle province in cui sorgono gli impianti, sancendo di fatto una forma di federalismo e di autonomia della produzione energetica.

Si attribuisce alle Regioni il compito di redigere entro un anno una norma quella regionale, che declinerà le regole per la riassegnazione delle concessioni. Presenta all'incontro l'assessore alla Montagna, Enti locali, Piccoli comuni ed Energia, Massimo Sertori, che ha dato disponibilità al confronto con gli operatori del settore e all'ascolto delle osservazioni di chi questa attività la svolge quotidianamente e ha espresso la sua preferenza verso una configurazione futura pubblico-privata, con l'individuazione del privato attraverso un bando di valenza pubblica.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Febbraio 1984 viene firmato l'accordo di villa Madama, il nuovo concordato tra Italia e Santa Sede.

Social

newFB newTwitter