Milano, 13 settembre 2017   |  

Milano: uomo 63enne folgorato ricoverato al Ca'Granda

Stamane, mercoledì 13 Settembre, al deposito di Trenitalia un uomo rimane seriamente ferito

dae 1

Alle 8,38 di questa mattina, mercoledì 13 Settembre, a Milano in via Fratelli Bressan deposito di Trenitalia "Milano Martesana" un uomo di 63 anni rimane folgorato con una scarica da 380volt e cade in arresto cardiaco. 

Questa storia  non tratta solo dell'ennesimo episodio di infortunio sul lavoro, ma  è utile per comprendere quanto sia importante  la formazione sulle materie infortunistiche. La coordinatrice della Sala Operativa dell'ospedale Niguarda, Alessandra Sforza, sentita in seguito dalla redazione, spiega che il protagonista è stato salvato grazie alla prontezza e alla preparazione dei colleghi, che hanno messo in atto tempestivamente le manovre di primo soccorso e utilizzato il DAE (Defibrillatore automatico). 

I tre colleghi, intervengono prontamente e chiamano il 118 e attraverso la sala operativa metropolitana dell'Ospedale Niguarda spiegano l'incidente e con l'assistenza dell'operatrice (Mara) seguono le direttive mettendo in atto le manovre rianimatorie e utilizzando il DAE. Un collega è al telefono, il secondo pratica il massaggio cardiaco ed il terzo attiva l'apparecchiatura. Alla seconda scarica il ritmo cardiaco riprende. Il paziente all' arrivo della squadra di Emergenza Urgenza è stato trasportato all'ospedale  Niguarda  in codice rosso e tutt'ora è ricoverato in terapia intensiva.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Settembre 1956 è inaugurato il primo cavo sottomarino transatlantico, tra Scozia e Terranova.

Social

newFB newTwitter