Morbegno, 30 novembre 2016   |  
Società   |  Morbegno

Morbegno, torna il percorso dei presepi

Dal 2 dicembre all’8 gennaio, organizzato dalla Pro Loco.

CroppedImage720439 P1060649

Il presepe in via Forestale

Tredici presepi che attraversano la città di Morbegno, dal centro alle zone lungo l’Adda. Torna anche quest’anno l’iniziativa della Pro Loco che propone un percorso fatto di presepi, visibili dal 2 dicembre all’8 gennaio: un’occasione per riscoprire chi si impegna nel realizzarlo con il cuore. 

Primo della lista e, come sempre, il più visitato e atteso da grandi e piccini, quello del Cri – Croce Rossa Italiana – allestito in piazza sant’Antonio. L’accensione si terrà il 7 dicembre e in quella giornata – oltre all’Immacolata e alla Vigilia, dalle 13 alle 18:30 ci saranno i Babbi Natale a distribuire gratuitamente dolcetti e merenda per tutti. Il ricavato, raccolto tramite offerte, verrà devoluto all’acquisto di attrezzatura per il soccorso pediatrico.

 

Il percorso continua poi in via Garibaldi, con la realizzazione dell’associazione La Navicella e della cooperativa sociale La Breva, per passare nella chiesa di San Giovanni e in quella dell’Angelo Custode, in via San Marco e quello dei volontari dei Vigli del Fuoco in via San Rocco, che rappresenta un borgo napoletano.

 

Ad accogliere chi arriva a Morbegno in auto, come da qualche anno a questa parte, il presepe della Pro Loco in via Forestale, realizzato con le luci e che verrà accesso il 2 dicembre dalle 17. Il percorso continua con la natività nella chiesa di San Giuseppe e quelli realizzati dagli amici del presepe del Ponte di Ganda e dagli amici di Ganda. Gli ultimi sono visibili nel santuario Dell’Assunta, nella Fondazione Ambrosetti – Parravicini, a Campovico e a Desco, realizzato dall’associazione Colmen.

 

Oltre agli appuntamenti in piazza Sant’Antonio, come detto prima, il 24 dicembre in via Lungo Adda, vicino al ponte, alle 20:30 ci si potrà trovare per scambiarsi gli auguri, bere vin brulè e mangiare braschée, mentre a Natale, alle 17, si svolgerà una piccola festa con faò e panettone in via Arcolasco, dove Babbo Natale consegnerà i doni ai bambini.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

15 Novembre 1869 l'armatore genovese Rubattino, d'accordo con il governo italiano, acquista la baia di Assab nel corno d'Africa. È il primo possedimento coloniale italiano.

Social

newFB newTwitter