Sondrio , 17 gennaio 2019   |  

Malattie renali fondamentale è la prevenzione

presentazione dell'iniziativa organizzata da 'AS PRE MA RE', Fondazione per la ricerca e la prevenzione delle malattie renali che prevede la diffusione di informazioni precise e dettagliate attraverso le farmacie e i medici di medicina generale

rene

Ben 670.000 cittadini lombardi soffrono di malattie renali, 7.500 dei quali sono sottoposti a dialisi. Il rene 'non comunica' i sintomi della patologia informazione, prevenzione e cure tempestive sono fondamentali. Per questo è stato  recentemente attivato una specifica Rete Clinica Assistenziale e sposiamo campagne di sensibilizzazione come quella odierna.

Stamane, giovedì 17 Gennaio  l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, è intervenuto  alla presentazione dell'iniziativa organizzata da 'AS PRE MA RE', Fondazione per la ricerca e la prevenzione delle malattie renali che prevede la diffusione di informazioni precise e dettagliate attraverso le farmacie e i medici di medicina generale

I numeri sono impietosi, spiega Gallera e il 7% della popolazione soffre di patologie nefrologiche. Spesso si diventa consapevoli della malattia quando i rischi sono già diventati elevatissimi. Il tasso di mortalità delle persone sottoposte a dialisi prolungate arriva al 20% e ogni anno almeno 200 nuovi pazienti entrano nel circuito dei dializzati.

Questo sistema  fornisce ai pazienti che soffrono di patologie renali una presa in carico a livello ospedaliero e anche domiciliare, seguita dai maggiori esperti della Lombardia, e garantisce un percorso appropriato, adeguato e soprattutto di qualità.

I reni perdono infatti, dopo i quarant'anni, l'uno per cento annuo della propria funzionalità. A 70 anni, quindi, hanno perso il 30 per cento delle capacità di filtraggio. In casi particolari,   ma non sporadici determinati da ipertensione o aumento della glicemia, i reni sono molto più esposti a malattie gravi.

Una corretta ed efficace opera di prevenzione,  conclude l'assessore, avrebbe anche un impatto importante sulle risorse pubbliche destinate al sistema sanitario: il costo annuo per le cure delle patologie nefrologiche ammonta a 2 miliardi di euro, 300 milioni dei quali vengono spesi in Lombardia. Le risorse risparmiate grazie a misure adeguate di assistenza e prevenzione potrebbero essere reinvestite per potenziare la ricerca e migliorare ulteriormente i servizi.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Ottobre 1956 migliaia di dimostranti ungheresi protestano contro le influenze e l'occupazione sovietica della loro nazione (la Rivoluzione ungherese verrà stroncata il 4 Novembre)

Social

newFB newTwitter