Sondrio , 07 settembre 2017   |  

Lombardia: rispettare la legge regionale sulle moschee

L'assessore regionale Viviana Beccalossi, ritorna sul dibattito sempre aperto relativo alla realizzazione di nuove moschee sul territorio lombardo

musulmani valtellinanews

Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Città metropolitana, intervenendo nel dibattito sulla realizzazione di nuove moschee a Milano, ha osservato che “ll punto di partenza non deve essere se realizzare piccole o grandi moschee, ma il rispetto delle norme vigenti.

In Lombardia, che piaccia o no, esiste una Legge regionale che regolamentare la costruzione di nuovi luoghi di culto. Bisogna dunque partire da li' se si vuole agire nella legalità. A meno che, proprio come sta accedendo ora a Milano, si decida di perseverare nella 'politica dello struzzo', mettendo la testa sotto la sabbia e continuando a ignorare garage, scantinati, negozi e abitazioni private che di fatto assolvono al ruolo di moschea.

Non è un caso che proprio il Comune di Milano abbia ignorato la nostra richiesta di monitoraggio dei luoghi di preghiera, rendendo più che mai opaco il quadro della presenza musulmana in città". 

La nostra legge, ha aggiunto Viviana Beccalossi, dice che per realizzare nuovi luoghi di culto, bisogna rispettare vincoli urbanistici e procedurali come la costruzione di parcheggi adiacenti e la conformità alla Valutazione ambientale strategica (Vas) oltre che attenersi a una serie di norme di sicurezza.

Proprio la Vas, ha concluso Viviana Beccalossi, "è l'unica procedura che, a livello di pianificazione urbanistica, garantisce la partecipazione attiva dei cittadini, dando loro la possibilità di esprimere il diritto a non essere d'accordo o a presentare problematiche connesse a una nuova realizzazione".

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Settembre 1956 è inaugurato il primo cavo sottomarino transatlantico, tra Scozia e Terranova.

Social

newFB newTwitter