Sondrio , 12 ottobre 2018   |  

Lombardia: grande attenzione per la sicurezza

Commissione Territorio approva all’unanimità proposta di Risoluzione per garantire la sicurezza delle infrastrutture civili e dei sistemi viari e ferroviari

GN4 DAT 4124175.jpg i nostri ponti massacrati dai bisonti della strada

E’ stata approvata oggi all’unanimità in Commissione Territorio e Infrastrutture una proposta di Risoluzione condivisa da tutti i gruppi consiliari che mira a garantire la sicurezza delle infrastrutture civili e dei sistemi viari e ferroviari, con particolare attenzione a ponti, viadotti, cavalcavia e gallerie.

Il provvedimento, di cui è relatore il Presidente della Commissione Angelo Palumbo (Forza Italia), contiene quattro impegni specifici rivolti al Presidente della Giunta regionale lombarda Attilio Fontana: avviare con il diretto interessamento degli Enti locali procedure di censimento e monitoraggio dello stato dei manufatti creando un archivio regionale della sicurezza; completare l’archivio delle strade con eventuali interventi da programmare entro il 31 Dicembre 2019; elaborare un piano finanziario con il coinvolgimento del Ministero dei Trasporti e censendo le risorse già preventivate dai vari enti a iniziare dal Governo; definire con proprietari e concessionari la creazione di un fascicolo di ciascun manufatto con tutti i dati necessari per la gestione e manutenzione della sicurezza.

La proposta di Risoluzione identifica nella struttura “Lombardiasicura” il soggetto a cui viene afffidato il compito di coordinare la “cabina di regia” con il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati.

In sostanza alla nuova cabina di regia regionale denominata 'Unità di missione Lombardia Sicura' verrebbe così affidato il compito di sovrintendere e coordinare il monitoraggio locale delle opere viarie in raccordo con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Tale coordinamento dovrebbe integrare i dati provinciali a oggi raccolti, ancora parziali, secondo cui in Lombardia ci sarebbero almeno 272 opere considerate a rischio che richiedono interventi di messa in sicurezza per un importo complessivo di circa 214 milioni di euro.

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Ottobre 1986 Reinhold Messner raggiunge la vetta del Lhotse (Nepal) e diventa il primo uomo ad aver scalato tutte le quattordici vette che superano gli 8000 metri

Social

newFB newTwitter