Sondrio , 25 settembre 2018   |  

Lombardia e Friuli Venezia Giulia due regioni a confronto

Il 18 e 19 Ottobre in Friuli Venezia Giulia confronto tra i due Consigli regionali

Presidenti Fermi e Zanin

Il 18 e 19 ottobre i Consigli regionali di Lombardia e Friuli Venezia Giulia avvieranno un confronto sul tema dell’autonomia e nel percorso intrapreso dalla Lombardia con il Governo nazionale, il modello friulano sarà un riferimento importante in particolare su materie come la sanità, i trasporti e la motorizzazione. E’ quanto emerso oggi dall’incontro tenutosi a Palazzo Pirelli tra il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi e il Presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia Mauro Zanin, alla presenza del Presidente della Commissione speciale lombarda sull’Autonomia Mauro Piazza e del Presidente uscente dell’Assemblea regionale friulana e della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome Franco Iacop.

«Le parole del Ministro per gli Affari Regionali Erika Stefani sono incoraggianti –evidenzia Alessandro Fermi- ma ora bisogna iniziare a tradurre le aspettative in qualcosa di concreto. E come Consiglio regionale, forti del mandato avuto dal referendum del 22 ottobre scorso, intendiamo esercitare una funzione propositiva e di stimolo costante al fine di accelerare e perfezionare il percorso verso l’autonomia e il riconoscimento di maggiori competenze sulle materie da noi indicate».

L’appuntamento del 18 e 19 Ottobre avrà luogo presso il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia e vi prenderanno parte, insieme al Presidente Fermi, gli altri componenti dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale lombardo e i componenti dell’Ufficio di Presidenza della Commissione speciale “Autonomia e riordino degli Enti locali”.

«Valuteremo la possibilità di dare vita a un tavolo che, a partire dalle regioni del Nord, coinvolga tutti i Consigli regionali italiani interessati al tema dell’autonomia –sottolinea il Presidente Fermi-. La richiesta avanzata recentemente anche dalle Regioni Piemonte, Umbria, Toscana e Marche per l'avvio di un percorso costituzionale per ottenere una maggiore autonomia, dimostra come questo tema sia fortemente sentito e condiviso in tutto il Paese e sia un argomento di chiaro interesse nazionale. Il regionalismo differenziato può configurare un nuovo modello condiviso di gestione dei servizi che introduce e stimola una concorrenza positiva tra le regioni a vantaggio della qualità e dell’efficienza amministrativa».

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Novembre 2010 la Lombardia conclude le operazioni di passaggio al digitale terrestre insieme al Piemonte orientale. Per l'occasione, vengono lanciati due nuovi canali disponibili esclusivamente sulla nuova piattaforma televisiva, ovvero Rai 5 e Mediaset Extra

Social

newFB newTwitter