Livigno, 04 settembre 2017   |  

Corti e Sonzogni vincono la Livigno Stelvio Triathlon.

Temperature basse e neve già presente a mezzacosta, ma la manifestazione sportiva procede come stabilito

10668126 9a17 41e2 b360 900a7c29c6b4

Dopo attenta analisi e in seguito al sopralluogo, si decide di variare parzialmente il percorso rispetto al programma. Il nuoto sarà effettuato anche oggi, così come per le gare di ieri, all'interno dell'impianto natatorio di Livigno e portato a 1500 metri. Anche la frazione ciclistica subisce delle variazioni con una riduzione del chilometraggio e il giro di boa viene posto a 6 km dall'inizio della salita al passo Stelvio. Resta invece invariato il percorso podistico. La starting list è piuttosto contenuta per le rinunce della vigilia da parte di molti atleti. Sono una quarantina gli atleti al via, distribuiti per la frazione natatoria tra le corsie dell'impianto livignasco.

Nella prova maschile il più veloce in acqua è Luca Picco per il Savona Triathlon, seguito da Marco Corti. Corti però impone un ritmo molto serrato sui pedali e presto guadagna la prima posizione accumulando un importante vantaggio sui diretti inseguitori Filippo Sensoli e Luca Rocchi 6' dietro. Al giro di boa della frazione ciclistica, dopo 6km di risalita al Passo Stelvio, Corti fa segnare ancora 5' di vantaggio su Luca Rocchi passato in seconda posizione. Due minuti dietro la terza piazza a questo punto è presidiata da Filippo Sensoli. Corti mantiene la leadership ed entra in T2 per primo con un ampio margine di vantaggio sui diretti inseguitori. La corsa prevede quattro giri sulla ciclabile per un totale di 20.5km e Corti non fatica ad arrivare in solitaria sulla finish line. Il secondo gradino del podio è per Filippo Sensoli e il terzo per Luca Rocchi.

Tra le donne la migliore performance in acqua la fa segnare Silvia Pasquale dell'ASD CNM Triathlon. La Pasquale mantiene la propria leadership fino a metà della frazione ciclistica, seguita dall'austriaca Margit Messinger e Cristina Sonzogni, vincitrice lo scorso anno della prima edizione di Icon Xtreme Triathlon. L'austriaca passa decisamente al comando al termine dei primi 6 km di salita al Passo Stelvio. Grande rimonta anche per Cristina Sonzogni che sui pedali fa valere le proprie caratteristiche di forte scalatrice e costringe la Pasquale in terza posizione. Questo resta l'ordine femminile invariato in ingresso in T2, ma le cose cambiano nell'ultima frazione podistica. Con una lenta ma inesorabile progressione, la Sonzogni riesce a mangiare terreno alla Messinger fino a passarla nell'ultimo dei quattro giri previsti e andando così a vincere la prima edizione di questa gara. La Messinger scivola così in seconda posizione, precedendo Silvia Pasquale che chiude terza la propria fatica. 

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Settembre 1956 è inaugurato il primo cavo sottomarino transatlantico, tra Scozia e Terranova.

Social

newFB newTwitter