Sondrio , 12 gennaio 2022   |  

La Thuile Pazzaglia per due volte sul podio

Martedì 11 gennaio nello slalom gigante vinto da Asja Zenere buone le prove di Alice Pazzaglia e di Martina Marangon giunte rispettivamente dodicesima e quattordicesima nella generale.

PazzagliaAlice

Due giorni di gare a La Thuile per le ragazze di Alessandro Serra impegnate nel gigante e nello slalom Memorial F. Berthod validi per il Grand Prix Italia. Ottime le prove di Alice Pazzaglia e Martina Marangon.

Martedì 11 gennaio nello slalom gigante vinto da Asja Zenere buone le prove di Alice Pazzaglia e di Martina Marangon giunte rispettivamente dodicesima e quattordicesima nella generale.

Alice Pazzaglia trentesima al termine della prima manche, grazie all’ottima prova nella seconda manche dove, sfruttando anche il numero 1 in partenza, ha fatto registrare il secondo tempo assoluto, ha guadagnato ben 18 posizioni. Martina Marangon invece, nona al termine della prima manche, nella seconda ha fatto registrare invece il venticinquesimo tempo finendo appunto quattordicesima.

Da notare che davanti alle due rappresentanti delle Alpi Centrali, nella classifica assoluta si sono classificate due canadesi e quattro atlete francesi. Quindi a livello italiano Pazzaglia è giunta sesta e Marangon ottava. Mentre nella classifica del Grand Prix Italia Giovani sono arrivate rispettivamente terza e quarta. Bene anche Francesca Fanti tredicesima assoluta

In classifica generale anche Lisa Rodari (27), Martina Lazzeri (42) e Giulia Romele (45).

Lo slalom speciale di mercoledì 12 ha visto ancora in grande spolvero Alice Pazzaglia ottava in classifica generale, sesta tra le italiane, ma soprattutto seconda nel Grand Prix Italia Giovani nella gara vinta da Martina Perruchon. Alice ottava dopo la prima manche, con solo il ventunesimo tempo nella seconda è però riuscita a confermare la sua posizione. Ottimo settimo posto per Francesca Fanti. Ventiquattresima ha concluso Camilla Antonioli.

«Siamo contenti dei risultati ottenuti in questi due giorni – la dichiarazione di Alessandro Serra – sia Alice che Martina stanno dimostrando il loro valore e che il lavoro impostato fin qui è stato proficuo, servirebbe solo un po’ più di continuità nelle due manche per riuscire ad emergere con ancora più forza. La prossima settimana saremo impegnati nelle gare di velocità a Santa Caterina dove dovrebbe mettersi il luce anche Beatrice Rosca che è più velocista. Nel gruppo delle osservate ci sono ragazze con buone potenzialità in grado di emergere. Purtroppo quest’anno siamo bersagliati dagli infortuni. Proprio ieri Camilla Mazzoleni dal Gruppo osservati speciale, si è rotta il crociato e ha così terminato prematuramente la stagione».

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Gennaio 1916 il conte Mario di Carpegna, guardia nobile del Papa, fonda l'Associazione scautistica cattolica italiana - Esploratori d'Italia (Asci), che successivamente, fondendosi con l'Associazione guide d'Italia, si trasformerà in Associazione guide e scouts cattolici italiani (Agesci)

Social

newFB newTwitter