Bormio , 08 dicembre 2019   |  

In Valtellina arrivano le olimpiadi silenziose

Dal 12 al 21 Dicembre, Valtellina e Valchiavenna ospiteranno la 19^ edizione delle Winter Deaflympics, ovvero le Olimpiadi dei non udenti.

logo orizzontale 700x700

L’evento ritorna in Italia dopo ben 36 anni (l’ultima volta fu a Madonna di Campiglio nel 1983) e vedrà la partecipazione record di 33 nazioni e oltre 1000 persone tra atleti, staff e accompagnatori.

Insomma, questo sarà un appuntamento unico dal punto di vista dello sport, in quanto saranno presenti i migliori atleti non udenti del mondo, ma sarà anche un’occasione perfetta per generare consapevolezza su temi quali disabilità e inclusione sociale e, non ultimo, per promuovere il turismo.

Giovedì 12 Dicembre, alle ore 16.30, è prevista la cerimonia di apertura in Piazza Garibaldi a Sondrio. Il portabandiera della delegazione azzurra sarà l’atleta non udente Giacomo Pierbon, che in Russia nella precedente edizione delle Deaflympics ha conquistato ben 5 medaglie nella specialità di sci alpino.

Le gare si svolgeranno in 3 diverse località: Madesimo, Chiavenna e Santa Caterina Valfurva. Le discipline sportive saranno invece 6: sci alpino, snowboard, sci di fondo, hockey su ghiaccio, curling e scacchi, una novità assoluta della manifestazione.

Le Winter Deaflympics rappresentano quindi un’occasione importantissima per il comprensorio di Bormio che ricoprirà un ruolo molto importante nel: gettare luce su un tema di grande importanza sociale; far conoscere la bellezza delle nostre montagne e del territorio a livello mondiale; testare l’efficienza delle località sciistiche e degli impianti sportivi, anche, e soprattutto, in visione delle prossime Olimpiadi Invernali del 2026

La località di Santa Caterina sarà la vera protagonista di questa manifestazione, dato che saranno i suoi territori ad ospitare le competizioni di sci alpino, snowboard e sci di fondo.

download pdf Programma olimpiadi silienziose

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Gennaio 1986  Regno Unito e Francia annunciano i piani per la costruzione del tunnel della Manica

Social

newFB newTwitter