Sondrio , 19 aprile 2019   |  

Decreto emergenze agricole Lombardia modello su anticipo Politica agricola comune

Assessore all'Agricoltura Regione Lombardia “Vicenda quote latte va definitivamente consegnata alla storia”.

pac

“Ringrazio il ministro Centinaio e tutto il Governo italiano per la decisione di sospendere l’iter di esecuzione delle cartelle sulle quote latte, in attesa di una definizione in sede Europa, e gli on. Golinelli e Viviani per aver presentato un emendaimento che consentirà di estendere il provvedimento anche alla campagna 2014/15. Le richieste dei produttori e delle regioni sono state totalmente accolte. Dobbiamo mettere una pietra tombale sulla questione. Tante aziende lombarde aspettano di ripartire e di garantire un ricambio generazionale bloccato da questa vicenda che è legata a un regime produttivo ormai superato”. Lo ha scritto in una nota l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, in merito al decreto legge sulle emergenze agricole approvato dalla Camera. 

“Con questo provvedimento viene anche riconosciuto a livello nazionale ciò che in Lombardia è già realtà: l’anticipo della Pac, ossia la possibilità di erogare in anticipo le risorse in favore delle aziende agricole che presentano la domanda unica e che così possono avere a disposizione i finanziamenti già a luglio invece che a novembre. L’efficienza lombarda trova anche in questo caso un riconoscimento nazionale” aggiunge Rolfi. 

“Accogliamo con favore anche l’intervento sul suinicolo. Un comparto vitale per la Lombardia, che purtroppo è in difficoltà. Bene lo stanziamento di un fondo nazionale per favorire maggior trasparenza nei percorsi di formazione del prezzo e per dare valore alla carne suina. Serve un piano d'azione nazionale per aiutare le aziende a valorizzare tutte le parti del maiale e non solo la coscia. La Cina - ha concluso Rolfi - sta aprendo i mercati e può rappresentare un bacino economico di alto livello".

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Maggio 1536 Anna Bolena, la seconda moglie di Enrico VIII d'Inghilterra, viene decapitata con la falsa accusa di adulterio

Social

newFB newTwitter