Morbegno , 29 ottobre 2016   |  

Csi Morbegno, sfida tra i diavoli rossi

Dopo le fatiche del "Trofeo Vanoni" i diavoli rossi del G.S. Csi Morbegno si sono ritrovati al campo sportivo “A. Toccalli” di Morbegno per la seconda giornata dei campionati “societari”

IMG 9849

Foto di Matteo Fanzi

Dopo le fatiche del  "Trofeo Vanoni" i diavoli rossi del G.S. CSI Morbegno si sono ritrovati al campo sportivo “A. Toccalli” di Morbegno per la seconda giornata dei campionati “societari” il 27 ottobre (la prima si è svolta il 6 ottobre). Un centinaio di atleti, ma non solo, perché per due sere sono scesi in pista e pedana anche mamme, papà, allenatori, amici e simpatizzanti. Un modo diverso per stare insieme, fare dello sport, divertirsi e sfidarsi tra amici.


Per tutti le prove di getto del peso, salto in lungo, velocità e mezzofondo che hanno permesso di stilare la classifica finale e nominare i “campioni societari 2016”: Clelia Vola (esordienti C f), Simone Lepera (esordienti C m), Alice Bertola (esordienti B f), Mattia Senis (esordienti B m), Elisa Rovedatti (esordienti A f), Tommaso Speziale (esordienti A m), Chiara Lucchinetti (ragazze), Dennis Callina (ragazzi), Marta Lepera (cadette), Nicolas Callina (cadetti), Matteo Speziale (allievi), Stefano Martinelli (juniores m), Anna Abate (juniores f), Silvia Bertolini (seniores f), Marco Leoni (seniores m), Fanny Nava (amatori A f), Simone Giovannoni (amatori A m), Cinzia Zugnoni (amatori B f), Giovanni Ruffoni (amatori B m), Rita Carganico (veterane), Carlo Leoni (veterani).

«Era da qualche anno che non riuscivamo più ad organizzare i societari,  spiega il presidente del G.S. CSI Morbegno Giovanni Ruffoni, tra gare e impegni vari alla fine siamo arrivati ad ottobre, ma nonostante il grande impegno del Trofeo Vanoni siamo riusciti a proporli e la partecipazione è stata ottima visto che complessivamente hanno partecipato 64 giovani e 45 adulti». Alla fine premi per tutti, un ricco rinfresco e l’appuntamento alla tradizionale cena sociale in programma il 3 dicembre 2016. (Cristina Speziale)

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

15 Novembre 1869 l'armatore genovese Rubattino, d'accordo con il governo italiano, acquista la baia di Assab nel corno d'Africa. È il primo possedimento coloniale italiano.

Social

newFB newTwitter