Milano, 01 maggio 2019   |  

Creval: un futuro nella Magnifica Terra?

di Donatella Salambat

L'amministratore delegato, Luigi Lovaglio, fortemente motivato a rilanciare la banca nel territorio in cui è nata,la Valtellina. L'utile del 2018 è stato di 18 milioni, ma niente dividendo ai soci.

A0A9226

Luigi Lovaglio - amministratore delegato Credito Valtellinese

Al Centro servizi di via Feltre a Milano, martedì mattina 30 Aprile, si è svolta l'assemblea degli azionisti Creval. Tra i punti all'ordine del giorno l'approvazione del bilancio al 31 Dicembre 2018.

L'utile contabile è risultato di 32 milioni a fronte di una perdita di 300 milioni dell'esercizio 2017; i crediti deteriorati sono calati del 50 per cento mentre il rilancio dell'attività commerciale non rispecchia i risultati sperati. I dati di bilancio mostrano una raccolta in costante crescita fattore di tale sviluppo sono stati i depositi e i conti correnti cresciuti dell'8,5 per cento, tale crescita si è creata dalla naturale scadenza delle obbligazioni possedute dai clienti che hanno voluto confermare la fiducia nella banca lasciando depositati i soldi sui loro conti.

La raccolta è un prodotto strategico ha sottolineato nel suo intervento l'amministratore delegato, Luigi Lovaglio, e quindi occorre che questo trend continui. Negli anni passati l'Istituto di Credito ha ritenuto importante credere nei Titoli di Stato, investimento che in qualche modo i consiglieri della nuova gestione hanno voluto limitare poiché il "core business" è intenzionalmente rivolto alle piccole e medie imprese che restano, secondo Lovaglio, il punto di riferimento della banca.
Per quanto concerne la capogruppo l'utile del 2018 ammonta a 18 milioni di euro ed il Consiglio di Amministrazione ha deciso di non procedere ad alcun dividendo destinando il 95 per cento a copertura delle perdite ed il 5 per cento a riserva legale.

Tra i diversi punti trattati nel corso dell’assemblea, l’attenzione maggiore è stata rivolta al decimo punto dell'ordine del giorno, che riguarda la difficile questione delle analisi svolte dal Cda su alcune delibere assunte nelle precedenti amministrazioni. Sembra trattarsi di una vera e propria indagine scattata a seguito della segnalazione di alcuni soci nell'assemblea straordinaria dell'Ottobre 2018, dalla quale sarebbero emerse alcune irregolarità. In assemblea, martedì 30 Aprile, il presidente Alessandro Trotter ha ribadito di non poter avviare alcuna discussione del punto messo all'ordine del giorno per la riservatezza e la delicatezza che tali indagini comportano. Le analisi effettuate, condotte dal nuovo audit interno nominato nel Marzo 2019 supportato dal lavoro di legali esterni sembrerebbe evidenziare (il condizionale è d'obbligo) possibili irregolarità nel processo creditizio e istruttorio di alcune delibere.

Durante la seduta si è proceduto a rinnovare due consiglieri che entreranno nel board in sostituzione di Massimo Massimilla e Mauro Selvetti. Sono l'olandese Jacob F. Kalm e Maria Giovanna Calloni di Dairago (Mi) nominati per cooptazione.

Al termine dell'assemblea Lovaglio, rispondendo ad alcune domande dei giornalisti, ha ribadito l'intenzione di far diventare il Creval un motore importante per lo sviluppo del territorio valtellinese, amalgamando l'idea di sportello tradizionale con quella della banca online. Il Creval, è nato nel 1908 in Valtellina ed il nuovo management crede in una banca che non si occupi esclusivamente di attività e prodotti finanziari, ma che vuole essere di sostegno alle imprese e alle famiglie della Magnifica Terra.

Il Credito Valtellinese, ha aggiunto Lovaglio, «ha ancora qualche ostacolo da eliminare», ma ha anche l'obiettivo di investire nelle competenze del personale per renderlo capace di «ascoltare le necessità di tutti i clienti siano essi imprenditori, pensionati o casalinghe in modo da generare quel rapporto di fiducia grazie al quale tornare ad essere competitivi nel territorio»

 

download pdf Comunicato Credito Valtellinese

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Giugno 1836 il generale Alessandro La Marmora fonda il corpo dei Bersaglieri

Social

newFB newTwitter