Gubbio (Pg), 13 marzo 2018   |  

Corsa campestre: il Piemonte supera la Lombardia

Nel Campionato Italiano individuale e per Regioni Cadetti/e di corsa campestre a Gubbio (Pg) la regione lombarda ottiene un secondo posto

gubbio298

Immagini di repertorio

La rappresentativa lombarda degli atleti nati nel 2003 e nel 2004 chiude al secondo posto in tutte e tre le classifiche a squadre: il podio è identico nelle classifiche “di genere” sia nella graduatoria combinata, con il Piemonte d’oro (732 punti totali: 381 al femminile e 351 al maschile), la Lombardia d’argento (694 punti complessivi: 345 con le Cadette e 349 con i Cadetti, a due sole lunghezze dal titolo) e il Veneto di bronzo (348 punti Cadetti e 342 punti Cadette: 680 totali).

La selezione regionale Cadetti/e veniva da ben otto successi consecutivi (dal 2010 al 2017) nella graduatoria combinata ma oggi domenica 11 marzo sui prati umbri inzuppati dalla pioggia battente era davvero difficilissimo battere gli agguerritissimi piemontesi, capaci di vincere il titolo individuale femminile e fare doppietta al maschile: i ragazzi lombardi si battono al meglio e senza mai rinunciare alla lotta, meritandosi gli applausi del vicepresidente FIDAL Lombardia Gaetano Erba, del fiduciario tecnico regionale Sergio Previtali e dei collaboratori regionali di settore Matteo Santambrogio e Marco Tengattini, tutti presenti sul campo a guidare la delegazione.

A livello individuale la Lombardia esulta per la grande gara di tutta la squadra maschile: sui 3 km della prova i giovani corridori selezionati dal fiduciario tecnico Previtali sono a lungo protagonisti nelle fasi calde della corsa e centrano tre piazzamenti nei primi otto. Dietro agli scatenati piemontesi Teshale Zanchetta ed Elia Mattio, rispettivamente primo e secondo con il medesimo 9:43, si piazza il campione regionale lombardo in carica e vincitore della Cinque Mulini di categoria Mattia Campi (Atl. Rovellasca), di bronzo in 9:45. Sesto in 9:49 è il sorprendente Matteo Carasi, portacolori dell’AV Sporting Team, che precede di un secondo Mattia Zen (Atl. Malnate), settimo a 9:50 dopo aver vinto in questa stagione il Campaccio di categoria. Nella prima parte di gara oltre a Campi, Carasi e Zen si mette in luce anche Giacomo Simonini (Athletic Club Villasanta), poi 47esimo in 10:19. Al femminile sui 2 km è decisamente pimpante in avvio Nicole Coppa (Azzurra Garbagnate): nel finale il nostro avamposto si rivela Chiara Begnis (Atl. Valle Brembana), vicecampionessa italiana Cadette in carica nella corsa in montagna e campionessa lombarda nel cross lo scorso 18 febbraio a Visano (BS) che a Gubbio si piazza 11esima in 8:27, a 13 secondi dalla vincitrice Greta Michieli (Piemonte) e due secondi davanti a Valentina Germani (CUS Pro Patria Milano), 13esima al primo anno nella categoria.

I Piazzamenti degli atlteti lombardi: Cadetti (km 3): 3° Mattia Campi (Atl. Rovellasca) 9:45, 6° Matteo Carasi (AV Sporting Team) 8:49, 7° Mattia Zen (Atl. Malnate) 9:50, 27° Pietro Martinelli (Atl. Cinisello) 10:05, 36° Matteo Bardea (AS Lanzada) 10:13, 47° Giacomo Simonini (Athletic Club Villasanta) 10:19, 51° Andrea Giglio (PBM Bovisio Masciago) 10:21, 56° Rida Kamal Idrissi (AV Sporting Team) 10:23, 67° Michele Galvani (Daini Carate Brianza) 10:29, 72° Federico Carrà (CUS Pavia) 10:32.

Cadette (km 2): 11ª Chiara Begnis (Atl. Valle Brembana) 8:27, 13ª Valentina Germani (CUS Pro Patria Milano) 8:29, 15ª Sofia Bonanomi (Merate Atletica) 8:31, 19ª Serena Lazzarelli (GP Valchiavenna) 8:32, 20ª Miriam Scerra (PBM Bovisio Masciago) 8:32, 26ª Nicole Coppa (Azzurra Garbagnate) 8:40, 29ª Simona Rossi (Geas Atletica) 8:43, 31ª Federica Dalfovo (US Scanzorosciate) 8:44, 42ª Aurora Piaser (PBM Bovisio Masciago) 8:49, 58ª Arianna Algeri (Atl. Brusaporto) 8:57.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Settembre 1783 i fratelli Montgolfier presentano l'aerostato detto "ad aria calda" che viene innalzato alla presenza del re Luigi XVI, nei giardini di Versailles. L'aerostato prende poi il nome di mongolfiera.

 

Social

newFB newTwitter