Sondrio , 12 aprile 2020   |  
Cronaca   |  Salute

Per il Coronavirus è morto il dottor Fabio Rubino

Dall'Ottobre del 2018 era responsabile del reparto Cure Palliative all'ospedale di Sondalo

RUBINOf10295 c0d54

Il dottor Fabrizio Rubino

È morto, a causa del coronavirus, il dottor Fabio Rubino, primario della Cure Palliative all'ospedale di Sondalo, dove lavorava dal 9 Ottobre 2018. Aveva 55 anni. Una carriera, la sua, di lungo corso. Laureato presso l'Università di Pavia era iscritto all'Albo Provinciale dei Medici Chirurghi di Milano.

È stato dirigente di I° livello per il reparto di Anestesia e Rianimazione presso l'Ospedale Niguarda Cà Granda di Milano e primo operatore in numerosi interventi di terapia del dolore invasiva e nella metodica del Blood patch nelle ipotensioni liquorali, in collaborazione con la neurologia e il centro cefalee anestesista per la Camera Iperbarica dell'Ospedale Niguarda.

Nell'ambito della Terapia del Dolore, aveva svolto attività ambulatoriale e di sala operatoria con utilizzo della maggior parte delle tecniche invasive come primo operatore. Il dott. Rubino è stato dirigente di I° livello di Anestesia e Rianimazione e Terapia del dolore presso la clinica San Carlo di Paderno Dugnano.

Tra le attività operative svolte in ambito Anestesia e Rianimazione era stato anche membro del C.o.s.d.; terapia del dolore postoperatorio (progetto Ospedale senza dolore); attività ambulatoriale di Terapia del dolore cronico benigno e consulenza di Terapia del dolore oncologico.

Il dottor Rubino era anche docente universitario presso l'Università degli studi di Milano per il Corso di Anatomia umana e Chirurgia generale.

Il dottor Rubino è il secondo medico a morire a causa di covid19 dopo il dottor Domenico Di Giglio, medico di famiglia di Novate Mezzolo, deceduto all'età di 66 anni.

Purtroppo la denuncia del dottor Gianfranco Cucchi, mancanza di protezione per medici ed infermieri, che sono le persone più esposte alla pandemia, trova tragica conferma nella morte dei dottori Rubino e Di Giglio.

Al 12 Aprile, in Italia, i medici deceduti per soccorrere i malati della pandemia sono 110, un'ecatombe.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

27 Settembre 1540 l'Ordine dei Gesuiti riceve il proprio statuto da Papa Paolo III

Social

newFB newTwitter