Chiuro, 08 novembre 2018   |  

"Chiuropermeabile" insegna a costruire muretti a secco

Un progetto che beneficia di un contributo di Fondazione Cariplo erogato nell’ambito dell’iniziativa “Comunità Resilienti” e della Comunità Montana di Sondrio,

IMG 20181106 110035

"Il territorio va mantenuto e protetto perché possa essere vissuto in sicurezza, proprio come ci hanno insegnato i nostri padri" è in questo solco che il progetto Chiuropermeabile, che beneficia di un contributo di Fondazione Cariplo erogato nell’ambito dell’iniziativa “Comunità Resilienti” e della Comunità Montana di Sondrio, opera e si contraddistingue, alla riscoperta di quelle capacità di adattamento che tanto hanno caratterizzato la popolazione valtellinese nella gestione del paesaggio, in equilibrio costante tra terreno e acque. Una riappropriazione di un “sapere comune” spesso dimenticato ma fondamentale per difendersi da un rischio ambientale reale come il dissesto idrogeologico.

Interessante ed imprescindibile è pertanto il “Cantiere didattico: la costruzione dei muri a secco e le buone prassi di sicurezza”, aperto a tutta la popolazione, in programma sabato 17 novembre prossimo a Chiuro a partire dalle 9.15. Una giornata densa di conoscenza e confronto nella quale si toccherà con mano, all’interno del cantiere didattico, quanto sia importante la corretta manutenzione dei muretti a secco per la tutela del territorio e del paesaggio. L’incontro prevede una parte introduttiva teorica con la partecipazione del geologo Maurizio Azzola e dei docenti del PFP Valtellina, che si svolgerà presso l’Auditorium "Valtellinesi nel Mondo" di Chiuro.

Successivamente, i partecipanti saranno condotti attraverso un percorso nel borgo accompagnati da Giorgio Baruta, fino all'area del cantiere didattico appositamente allestito. Sotto la guida dei docenti del corso di "Operatore Edile" del Polo di Formazione Professionale di Sondrio, di Cinzia Leusciatti, funzionaria dell’Ufficio Agricoltura della Comunità Montana di Sondrio, i partecipanti potranno iniziare a prendere confidenza con le tecniche di ristrutturazione dei muretti a secco. Dopo la pausa pranzo, il laboratorio proseguirà con alcune dimostrazioni di intervento ed esercitazioni pratiche che, tra le altre, consentiranno di ristrutturare il muretto oggetto dei lavori, lasciando così una traccia concreta e tangibile. La partecipazione alla giornata è gratuita

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Novembre 1969 l'agente della Polizia di Stato, Antonio Annarumma, diventa la prima vittima degli Anni di piombo in Italia.

Social

newFB newTwitter