Sondrio, 19 maggio 2017   |  

“Cantine Aperte 2017” in Valtellina

Domenica 28 maggio torna in Valtellina Cantine Aperte, giunta quest’anno alla 25a edizione. In Valtellina sono molte le novità dell’edizione 2017 per l’appuntamento valtellinese più atteso dai wine-lovers.

Conferenza20Stampa2025a20edizione20Cantine20Aperte20in Valtellina

Inizia il countdown per l’edizione n. 25 di Cantine Aperte, l’appuntamento più amato del Movimento Turismo del Vino, in programma sabato 27 e domenica 28 Maggio da Nord a Sud dello Stivale.


Cantine Aperte è l’evento enoturistico più importante in Italia. Dal 1993, l’ultima domenica di maggio, le cantine socie del Movimento Turismo del Vino aprono le loro porte al pubblico, favorendo un contatto diretto con gli appassionati di vino. Cantine Aperte è diventato nel tempo una filosofia, uno stile di viaggio e di scoperta dei territori del vino italiano, che vede, di anno in anno, sempre più turisti, curiosi ed eno-appassionati avvicinarsi alle cantine, desiderosi di fare un’esperienza diversa dal comune. Oltre alla possibilità di assaggiare i vini e di acquistarli direttamente in azienda, è possibile entrare nelle cantine per scoprire i segreti della vinificazione e dell'affinamento. Protagonisti di Cantine Aperte sono giovani, comitive e coppie, che contribuiscono ad animare le innumerevoli iniziative di cultura gastronomica ed artistica che fioriscono attorno all’evento in tutto il Paese, su iniziativa degli stessi vignaioli.


Cantine Aperte ha riscosso nel tempo un successo crescente, anche grazie ad una maggiore consapevolezza dei produttori, che hanno visto svilupparsi potenzialità di accoglienza inattese. Tante le novità in programma per l’edizione numero 25 di Cantine Aperte, il tradizionale appuntamento dedicato ai wine-lovers, che per l’occasione si trasformano in instancabili viaggiatori alla scoperta, non soltanto delle cantine che aderiscono alla tradizionale iniziativa organizzata dal Movimento per il Turismo del Vino, ma anche delle località e dei territori di produzione. Sono cinquantaquattro le cantine lombarde e 4 le cantine valtellinesi che parteciperanno all’edizione 2017.

La presentazione ufficiale dell’edizione 2017 di Cantine Aperte si è svolta oggi 19 Maggio presso la casa vinicola Nera di Chiuro, accolti dalla vulcanica ospitalità del Cavalier Pietro Nera, mentre l’organizzazione della presentazione è stata curata, come da tradizione, da In Valtellina di Tirano. Presente, per il Movimento del Turismo del Vino la responsabile della delegazione lombarda Lucilla Ortani che ha illustrato alla stampa le novità dell’edizione 2017.

“Cantine aperte arriva quest’anno al quarto di secolo in piena forma. 25 edizioni per un evento che celebra la cultura del vino e del buon bere. La storia di Cantine Aperte ci insegna innanzitutto che l’enoturista deve uscire dalla cantina con la voglia di tornare alla scoperta del territorio. Molte le novità del 2017, riconfermata la collaborazione con un Calice per la ricerca in favore di AIRC e creata quest’anno un’etichetta speciale che contribuirà all’acquisto di due ambulanze a favore delle zone colpite dal terremoto. L’evento si svolgerà nella giornata di domenica 28 maggio con orario 10.00 – 18.00, forte dei quasi 100.000 partecipanti lombardi dell’edizione 2016. La delegata Ortani ricorda, poi, che Cantine Aperte non è l’unico evento organizzato dal movimento turismo del vino e ricorda i principali format che si svolgono nel corso dell’anno tra cui “Cantine aperte in Vendemmia”, “Cantine Aperte a San Martino” e “Cantine aperte for Wedding” il 26 Novembre. I programmi specifici di questi eventi possono essere scaricati dal sito www.viaggidivini.it, oppure dalla guida 2017 dell’enonauta che si rinnova quest’anno ospitando testi di letteratura per grandi “Degustare in poesia e racconti per noi”, “Pillole di letteratura” per il giovane pubblico.

In Valtellina, Cantine Aperte segna un po’ l’inizio dell’estate, trasformandosi in una golosa occasione per trascorrere un fine settimana enogastronomico in Valtellina alla scoperta dei territori vocati alla viticoltura e alla produzione del vino, oltre che per visitare alcune tra le più belle aziende di produzione enologica italiane. D’altronde la Valtellina vanta una millenaria tradizione in ambito vitivinicolo ed è proprio il suggestivo paesaggio valtellinese, nel quale sono incastonati i vigneti terrazzati, il primo biglietto da visita per il visitatore che giunge qui da noi e che per primo racconta la storia del vino. Sono ben 2500 i km di muretti a secco che caratterizzano il paesaggio vitato del versante retico della valle, lungo il quale generazioni di viticoltori coltivano le uve nebbiolo (localmente chiamate Chiavennasca) per trasformarli in rossi corposi e di grande personalità.

Oggi la Denominazione di Origine di Valtellina gioca un ruolo da protagonista nel panorama vinicolo lombardo, grazie a ben 2 DOCG (Sforzato di Valtellina e Valtellina Superiore), 1 DOC (Rosso di Valtellina) e 1 IGT (Terrazze Retiche di Sondrio).

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Novembre 1963 omicidio del presidente degli Stati Uniti, John F. Kennedy. Il presunto assassino Lee Harvey Oswald viene ucciso a colpi di pistola da Jack Ruby, a Dallas, in diretta televisiva poche ore dopo l'arresto.

Social

newFB newTwitter