Andalo Valtellino, 14 gennaio 2022   |  

Andalo Valtellino il ricordo indelebile di don Alessandro

di Cristiano Comelli

Ne sentono la mancanza, da quando lo scorso novembre morì prematuramente. Ma, al contempo, ne avvertono sempre la presenza, sia pure in modo diverso. Pronti a volgere gli occhi al cielo per chiedergli aiuto, sostegno, vicinanza. E a custodirne il ricordo dolcemente.

zubiani1

don Alessandro Zubiani - crediti "il Settimanale - Diocesi di Como"

I consiglieri dell'associazone AnDePianeRò, di un fatto , sono sicuri e lo dicono in una lettera aperta alla comunità parrochiale per augurarle buon 2022: "era l'inizio di giugno - esordiscono - quando don Alessandro ha chiesto di metterci al servizio della nuova associazione AndepianeRò con l'intento di coordinare e gestire i nostri oratori e la capanna Vittoria.

Sapevamo che non sarebbe stata un'impresa facile, ma mai avremmo pensato di trovarci dopo pochi mesi senza il nostro presidente, la nostra guida e il nostro amico, le ultime settimane sono state per noi e tutta la comunità un tempo difficile e di confusione, ci siamo chiesti spesso cosa sarebbe stato giusto fare o non fare, ma sin da subito ci è stata chiara una cosa: uniti si va avanti ed è quello che don Ale avrebbe desiderato, che gli oratori continuassero a ospitare i nostri bambini e ragazzi, che continuassero a essere aperti , puliti, ospitali e in uscita". Questo ricordo commosso dà loro spunto per rivolgere un grazie in più direzioni.

Alle amministazioni comunali, alla Polizia Locale, a commercianti, liberi professionisti, dottori , artigiani, insomma a chiunque abbia messo a disposizione della sua comunità un pezzo significativo per favorirne lo sviluppo e la coesione in un periodo difficilissimo. I ringraziamenti accomunano catethisti e catechiste, famiglie, bambini, e in generale "tutte quelle realtà che da sempre non si tirano indietro quando serve aiuto".

Un grazie che ha anche il volto dei bambini che "con spensieratezza e sorriso, a volte con domande scomode, ci ricordano il senso del nostro servizio, seguire Gesù servendo i più piccoli". E nella consapevolezza che, di quel servire Gesù, portare avanti il ricordo, la presenza e l'attività di don Alessandro Zubiani rappresenti un elemento imprescindibile.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Gennaio 1916 il conte Mario di Carpegna, guardia nobile del Papa, fonda l'Associazione scautistica cattolica italiana - Esploratori d'Italia (Asci), che successivamente, fondendosi con l'Associazione guide d'Italia, si trasformerà in Associazione guide e scouts cattolici italiani (Agesci)

Social

newFB newTwitter