Sondrio, 16 novembre 2019   |  
Società   |  Cronaca

A Sordevolo la 18^ edizione del Mercatino degli Angeli

Il pittoresco paesino del Biellese, noto per “la Passione” che ogni cinque anni viene messa in scena, vive l'atmosfera natalizia in un clima speciale per le famiglie

mercat10411143 632769693481311 4062742168668665158 n

Sordevolo (Biella), il Mercatino degli angeli (foto archivio Mercatino degli angeli)

La Chiesa, nel tempo forte dell'Avvento, richiama i fedeli a predisporsi in modo contemplativo alla nascita di Gesù. È un dato di fatto che negli ultimi due mesi dell'anno le chiese siano più frequentate e che alla Messa del 25 Dicembre partecipino anche moltissimi non praticanti. L'atmosfera natalizia fa ancora presa, sia sugli adulti più vicini ai bambini, genitori, nonni, zie e zii, sia su quelli meno contagiati dal clima famigliare. La “magia” del Natale, insomma, è coinvolgente, come dimostrano anche quelle frequentatissime manifestazioni dal tenore consumistico che sono i mercatini. Un po' fuori dal coro, invece di quelli che si tengono a Innsbruck, Bolzano, Bressanone, quest'anno vogliamo segnalare ai lettori il Mercatino degli Angeli di Sordevolo, pittoresco paesino a 650 metri d'altezza a una decina di chilometri da Biella.

lI Mercatino degli Angeli di Sordevolo (Biella), giunto alla sua diciottesima edizione, sarà aperto tutte le domeniche dal 15 Novembre al 15 Dicembre, ininterrottamente dalle ore 10 alle 18.

L'idea di addobbare con gigantesche figure di Angeli luminosi le vie del pittoresco paesino che giace a valle della Riserva del Monte Mars, il monte più alto delle Alpi biellesi, dove nasce il torrente Elvo, è venuta a Beppe Danasino, un vulcanico sordevolese che, per oltre quarant'anni, ha allestito stand nelle più importati manifestazioni fieristiche del mondo.

«A noi sordevolesi la creatività non manca», dice Danasino quasi schernendosi, «anche perché, ogni cinque anni, siamo chiamati a rinverdire scenografia e modaltà di quello spettacolo di teatro popolare che ci ha fatto conoscere a livello internazionale: “la Passione”. Sono duecento anni che rispettiamo la tradizione di mettere in scena le ultime ore di Gesù Cristo e tutti i 1.300 abitanti del nostro paese fanno la loro parte sempre con entusiasmo, ma anche con tanto sacrificio. L'estate 2020 saremo tutti mobilitati per la nuova edizione».

Intanto, in attesa del Natale, un centinaio di espositori in altrettante casette di legno mettono a disposizione di turisti e visitatori oggetti d'artigianato e regali natalizi, oltre a leccornie per tutti i gusti nella calda atmosfera di splendenti figure angeliche.

Visitando il Mercatino è possibile dare anche un'occhiata al Museo della Passione allestito all'interno della chiesa di santa Marta; o all'esposizione dell’Archivio Lanifici Vercellone presso il municipio; o a “Emozioni in legno”, le sculture di Bruno e Stefania Nicolo nella corte interna del municipio; o a “Sguardi sulla fauna alpina”, mostra fotografica di Roberto Andrighetto, presso la sala consigliare del muncipio; o ai Presepi di Verdobbio, frazione raggiungibile con carrozza a cavallo o auto d’epoca.

Oltre ai ristoranti di Sordevolo e dei luoghi limitrofi – tutti orientati ad offrire i tipici piatti e vini della rinomata enogastronomia piemontese – sono stati allestiti quattro punti di ristoro presso i quali è possibile scaldarsi con vin brulè, caldarroste, cioccolata calda o gustare specialità della cucina biellese. Per chi lo desiderasse è stato predisposto anche un punto gluten free. Novità di quest'anno è poi l'installazione, in due piazze del paese, di alcuni “ludopuzzle”, giochi ecologici in legno di grandi dimensioni per il divertimento dei bambini insieme ai genitori.

Ogni domenica è infine previsto un evento musicale: 17 Novembre, Gassman; 24 Novembre, 5+1 Street Music Band; 1 Dicembre, La Piola; 8 Dicembre, Banda di Santhià; 15 Dicembre, NrG Trio. Ulteriori informazioni: https://www.ilmercatinodegliangeli.it/; https://www.facebook.com/ilmercatinodegliangeli

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

6 Giugno 1861  Camillo Benso Conte di Cavour muore a Torino

Social

newFB newTwitter