Piuro, 23 giugno 2022   |  

A Piuro è tempo di festival

di Cristiano Comelli

Guerra, pace, frontiere. Sono temi di ampio respiro e indubbia attualità quelli che saranno affrontati al Frontiere Festival di Piuro in programma dal 7 al 10 luglio

veterans day 4653833 640

L'auspicio degli organizzatori è che il successo fatto registrare la scorsa edizione, con oltre mille partecipanti, abbia una replica e si potenzi. Lo scenario sarà quello suggestivo delle cascate dell'Acqua Fraggia sotto le quali si confronteranno scrittori ma saranno anche proiettati film e promossi laboratori dedicati "a ogni tipo di confine".

La scrittrice e giornalista Gabriela Jacomella, curatrice della manifestazione, spiega che "la sfida di quest'anno è trasformare un esordio assoluto in un appuntamento fisso ma sempre nuovo, capace di portare voci fresche e argomenti di interesse trasversale in un territorio che da subito si è dimostrato aperto, curioso, pronto a lasciarsi coinvolgere".

L'ampia serie di appuntamenti sarà caratterizzata anche dalla presenza di studenti delle scuole superiori che contribuiranno ad accogliere autrici e autori. La kermesse sarà inaugurata alle 18.30 dall'incontro "Frontiere di oggi" a cui interverrà in qualità di relatore Andrea Iacomini, portavoce di Unicef Italia per parlare di pace, guerra, diritti umani e fughe verso la salvezza.

Alle 20.30 il registra italo-bielorusso Hleb Papou, premiato come migliore esordiente al Locarno Film Festival del 2021, proporrà la propria pellicola "Il legionario" imperniata sul tema delle frontiere tra culture e identità. Venerdì 8 luglio dalle 14 alle 18 vi sarà spazio per il laboratorio di cesteria in salice, alle 18.30 , invece Marina Morpurgo, autrice del romanzo "Il passo falso", dialogherà con Mauro Suttora , autore del volume "Confini" alla Feenarena o , in caso di maltempo, al teatro di Borgonuovo.

Alle 20.30 il tema conduttore sarà "Tra la scienza e la fantasia, in viaggio oltre il tempo", e ne parlerà Chiara Valerio, autrice di "Così per sempre". Subito dopo sarà proiettato il film "Dracula" di Francis Ford Coppola.

Altri laboratori in programma sabato 9 luglio saranno dedicati a montagna, lingua, pace, cura, disinformazione e frontiere della montagna. Domenica 10 si aprirà con lo Yoga in cammino con un percorso meditativo nei boschi di Piuro in programma tra le 9.30 e le 13. Seguiranno alcuni laboratori dedicati a disinformazione, oltre le guerre, artigianato e frontiere del corpo.

"Siamo soddisfatti del lavoro della nostra curatrice Gabriella Jacomella- ha dichiarato il vicesindaco di Piuro Alessandra Martinucci - che in questo secondo anno è riuscita a organizzare un evento ancora più completo e interessante, la nostra amministrazione è convinta che la cultura sia la chiave per lo sviluppo territoriale, un volano per tutta l'economia locale".

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

6 Luglio 1885 Louis Pasteur testa con successo il suo vaccino contro la rabbia. Il paziente è Joseph Meister, un ragazzo morso da un cane rabbioso

Social

newFB newTwitter