Lanzada , 06 aprile 2018   |  

A Lanzada si va a teatro

Inizia sabato 14 Aprile la stagione teatrale di Lanzada che dà spazio a compagnie valtellinesi e non

Teatro sipario

La stagione teatrale di Lanzada giunge quest’anno alla sua 17esima edizione. Il suo ricco programma è stato deciso e coordinato dalla biblioteca di Lanzada in collaborazione con l’Unione dei Comuni Lombarda della Valmalenco e conta in calendario quattro appuntamenti, spalmati sui mesi di aprile e maggio.

Le rappresentazioni teatrali prenderanno il via sabato 14 Aprile per terminare sabato 26 Maggio; gli spettacoli saranno a entrata libera e si terranno il sabato alle ore 21.00, presso la palestra della Scuola Primaria di Lanzada. Le compagnie che andranno in scena sono prevalentemente valtellinesi, ma vi è anche la presenza di una compagna proveniente da Milano.

I primi a salire sul palco saranno “I solit Maraa” di Castello dell’Acqua, con la loro commedia dialettale, scritta da Daniele Broggini, “Tri pà e du mami...che rebelot!”. La compagnia fa la sua prima apparizione nel 2003, presentandosi come un gruppo di amanti del teatro che vuole divertirsi divertire, senza eccessive pretese. Il nome f riferimento ai “Maraà”, i marrani, originari di Castello dell’Acqua.

Successivamente, sarà il turno dei livignaschi “I Carcent”, che si esibiranno sabato 21 Aprile, con il loro spettacolo “Promozione con imprevisti”. La commedia mette in scena un simpatico teatrino che racconta tutte le peripezie che si è disposti a sopportare pur di avere la tanto agognata promozione. Il gruppo nasce a Livigno nel 1991 e, da allora, il suo spettacolo è un must della città in occasione del Carnevale; i suoi attori si sono esibiti in tutta la Valle e anche in Svizzera.

Sabato 5 Maggio, toccherà, invece, alla “Filodrammatica traonese” - di Traona – che porterà a teatro la commedia “La niif del ziu Anselmu”. Il gruppo risale agli anni Settanta, quando viene fondato grazie all’allora parroco di Traona, don Domenico Songini, che non solo lo supporta, ma ne fa anche da regista fino al 1990. La compagnia vede attualmente dieci membri che propongono tante e nuove commedie brillanti.

Infine, sabato 26 Maggio, sarà la compagnia milanese a chiudere la rassegna con la commedia leggera “La palla al piede”. “Teatro che passione” è un gruppo che prende vita nel 2008 dall’Università delle Tre età di Milano e continua tutt’oggi sotto la guida del professor Giancarlo Rizzi; ogni anno, la compagnia amatoriale offre una rappresentazione di un’opera classica e, quest’anno, è toccato all’opera di Georges Feydeau.

(M.B.)

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Giugno 1836 il generale Alessandro La Marmora fonda il corpo dei Bersaglieri

Social

newFB newTwitter