Roma, 02 ottobre 2015   |  
Provincia   |  Politica

Taglio Prefetture, Del Barba rassicura

Il senatore morbegnese Pd: «Le istanze da me presentate sono state recepite e portate all’attenzione del tavolo tecnico del ministro, sono certo che abbiano ben compreso le segnalazioni ricevute in merito alla distanza da Bergamo»

croppedimage701426 croppedimage701426 2bf53f193b44063925a1fd9b0e0c9fad

Il taglio della Prefettura di Sondrio, con il conseguente accorpamento con quella di Bergamo, ha destato non poche preoccupazione in Valtellina. Preoccupazioni per gli scenari che una decisione come quella potrebbe, a cascata, innescare; specie per altri servizi e presidi territoriali in materia di sicurezza e monitoraggio. Dopo le preoccupazioni esternate dal sindaco di Sondrio, Alcide Molteni (leggi qui), ecco arrivare la risposta di Mauro Del Barba, senatore morbegnese del Partito Democratico.

«L’impegno dei parlamentari PD in merito al riordino delle Prefetture e degli Uffici periferici del Ministero dell’Interno sta continuando senza sosta e su più livelli. Ma è giusto ricordare come sia un provvedimento ministeriale che deriva dalla legge del 2012 fatta in piena emergenza dal governo Monti per avviare la stagione della “spending review” e salvare il paese dal disastro» ha dichiarato Del Barba.

«Stamattina alcuni colleghi deputati hanno incontrato il Ministro Madia, sottolineando la necessità di un intervento correttivo rispetto al provvedimento. Ho inoltre avuto conferme, da parte del Ministero dell’Interno, che le istanze da me presentate con il collega De Menech in occasione del nostro incontro col sottosegretario Manzione sono state recepite e portate all’attenzione del tavolo tecnico del ministro: sono certo che abbiano ben compreso le segnalazioni ricevute in merito alla distanza da Bergamo, alla necessità di mantenere i servizi, specie per sicurezza e protezione civile in ambito montano e alla salvaguardia occupazionale» ha dichiarato l’esponente del Partito democratico.

«L’iter di approvazione di questo schema di DPR è solo all’inizio. Questi primi segnali di attenzione alle nostre richieste e il lavoro collegiale con molti parlamentari PD lasciano ben sperare che nelle prossime settimane sia possibile trovare delle soluzioni che, nel rispetto di quanto previsto dalla legge e della necessità di continuare nelle iniziative di “spending review”, tengano conto della particolare situazione delle nostre realtà. Confido che la nostra voce, unita ai tanti territori riceva ancora una volta un ascolto speciale, come già avvenuto in precedenza su altri importanti provvedimenti dall’approvazione della legge Delrio in poi» ha concluso il senatore morbegnese.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Luglio 1992 a Palermo, a pochi mesi dalla strage di Capaci, viene ucciso dalla mafia il procuratore della Repubblica Paolo Borsellino

Social

newFB newTwitter