Bormio, 29 giugno 2016   |  
Provincia   |  Società

Alle Terme grazie a un concorso: chiarezza sulla questione migranti

Il sito Debunking risolve la questione che sta facendo scalpore nelle ultime ore.

Bormio presepi2016premi

La premiazione del concorso dei presepi. Foto Comune Bormio.

Non «clandestini», come erano stati definiti, ma richiedenti asilo. E alle Terme non con i soldi dei voucher o gratis, ma grazie ad alcuni buoni omaggio vinti a dicembre in un concorso per la realizzazione dei presepi, indetto dal Museo Civico di Bormio. A chiarire la notizia che ieri ha creato molto scalpore, riguardante alcuni ragazzi di origine africana in relax alle terme, il sito Debunking, che ha come obiettivo quello di smascherare le bufale e le notizie false e ingannevoli.

 

LO SCALPORE

Dopo la pubblicazione del nostro articolo, nel quale veniva ripreso un post dalla pagina Facebook del consigliere comunale di Delebio Tiziano Fistolera, la notizia – se così si può definire – è stata ripresa da altri organi di informazione, alcuni dei quali nazionali, e dal Il Populista, giornale online condiretto da Matteo Salvini. Centinaia i commenti di ogni genere, anche sulla nostra pagina Facebook, la maggioranza dei quali ponevano domande relative al pagamento dell'ingresso e alla provenienza dei soldi usati per entrare. Oltre al fatto che «noi per andarci dobbiamo fare il mutuo, questi ci vanno gratis».

 

IL CHIARIMENTO

Debuking è riuscito a risalire a un amico bormiese del giovane nigeriano che ha postato la foto alle Terme e l'ha contattato. Grazie alle informazioni fornite, quindi, si è scoperto che il ragazzo non è un profugo, ma «un richiedente asilo ospitato dal centro di accoglienza di Bormio da un anno, che recentemente ha ricevuto la protezione internazionale per la durata di due anni». Lui e gli altri ragazzi raffigurati nella foto, poi, sono andati alle Terme non i soldi guadagnati facendo lavoretti occasionali, ma grazie a dei buoni vinti in un concorso per la realizzazione di presepi.

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Agosto 1991 la Lettonia dichiara l'indipendenza dall'Unione Sovietica

Social

newFB newTwitter