Sondrio, 07 dicembre 2015   |  

"Vorrei", il nuovo EP di Spero Bongiolatti

Il tenore valtellinese con importante esperienza all’estero, dopo aver firmato l’album, “Canto Per Il Mondo” (luglio 2015), l’8 dicembre esce ufficialmente con un nuovo toccante EP

Bongiolatti2

Il 2015 si sta rivelando un anno ricco di novità e di soddisfazioni per Spero Bongiolatti, giovane artista italiano di riconosciuto talento.  A luglio è uscito l’album “Canto Per Il Mondo”, dalla forte caratterizzazione Latin/Pop/Opera (genere innovativo che rispecchia l’anima latina dell’artista, la sua mentalità pop e l’essere un cantante lirico), il 2 dicembre Bongiolatti è stato protagonista di uno degli eventi di apertura del Giubileo della Misericordia (a Roma, all’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede, alla presenza delle più prestigiose cariche Istituzionali e autorità ecclesiastiche) e l’8 dicembre, (giorno dedicato alla promulgazione, da parte di Papa Pio IX, del dogma dell’Immacolata Concezione - la nascita di Maria senza il peccato originale - e quest’anno inizio ufficiale del Giubileo della Misericordia), vedrà ufficialmente la luce un nuovo EP dal titolo “Vorrei”: tre brani di cui uno inedito (distruzione nei migliori store mondiali online, da Amazon a iTunes).

 

Il brano inedito dà anche il titolo all’EP, ed è una poesia messa in musica, con un messaggio positivo e di speranza: tornare a essere bambini nella purezza dello Spirito, seguendo quindi le parole di Gesù che raccomandava la purezza di mente e spirito per avvicinarsi a Dio. Il testo di questa poesia è stato scritto da Cristina Poletti (pittrice e poetessa), affetta da una grave malattia che le impediva di camminare e che pochi anni fa se l’è portata via. I suoi insegnamenti sono rimasti vivi, infatti, grazie alla sua mente, lei poteva correre libera e volare. La mente supera gli impedimenti del corpo, la mente per noi può fare miracoli, regalando bellezza, pace e amore.

 

La produzione di “Vorrei” nasce dalla collaborazione tra la voce ispirata di Bongiolatti e la musica del Maestro Gianfranco Messina, pianista, violinista e compositore. Le registrazioni sono state fatte negli studi “Bios Production” di Milano, dal vivo sia per quanto riguarda la voce sia per le musiche.


Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

19 Novembre 1969 l'agente della Polizia di Stato, Antonio Annarumma, diventa la prima vittima degli Anni di piombo in Italia.

Social

newFB newTwitter